Menu principale:

VOLMISSION


Vai ai contenuti

Presentazione

25° Anniversario

OZONCHÈ
Uno sguardo al nostro passato
per i volontari di oggi e di domani

Cari volontari e amici, il titolo di questo libro significa “Buon cammino” in una delle tante lingue africane. L’abbiamo scelto perché ci ricorda un semplice notiziario di due pagine che ha accompagnato per diversi anni i nostri primi passi sulle “Vie della Missione”.
L’idea di ripercorrere il nostro cammino è stata suggerita dalla necessità di dare ai volontari di oggi e di domani un punto di riferimento con cui confrontarsi, specialmente nelle motivazioni che ci hanno guidato come volontari laici nel cammino missionario.
In questo lavoro di ricerca, in assenza di una documentazione dell’associazione, ci è stato di grande aiuto il settimanale diocesano Notizie alla cui redazione dobbiamo una generosa riconoscenza per la possibilità che ci ha dato di ritrovare oltre 400 articoli sulla nostra attività. Abbiamo perciò potuto utilizzare questo materiale come una “pista” sulla quale abbiamo camminato in questi 25 anni ritrovando tutte le nostre impronte.
In questo percorso abbiamo sostato e ascoltato (e invitiamo anche voi a farlo!) le testimonianze che i volontari che sono stati in missione ci hanno fornito nell’ultimo anno. Chi ha avuto il privilegio di leggerle in anteprima ha potuto verificare quanto queste esperienze abbiano arricchito il cuore e la mente di chi ha camminato sulla strada del volontariato missionario. Siamo certi che anche chi ci leggerà proverà gioia e commozione.
Nel progetto iniziale questa ricerca era rivolta solo ai nostri soci e a quelli inviati dal Centro Missionario Diocesano, poi lungo la pista abbiamo trovato tanti altri fratelli che camminavano nella stessa direzione. Con alcuni di loro abbiamo fatto un tratto del percorso in fraterna amicizia. Ricordiamo con affetto gli amici della Caritas di Carpi, i soci di Amicizia senza Frontiere di Parma e Una finestra sul Mondo di Ostiglia.
Ad essi abbiamo voluto accomunare quelli che potremmo chiamare i nostri “fratelli maggiori”, missionari laici della nostra Diocesi che hanno scelto percorsi più lunghi. Di alcuni di loro abbiamo riportato significative testimonianze, a cui abbiamo affiancato le attività delle onlus Insieme per le Missioni, Solidarietà Missionaria e Amici del Perù.

Lungo la pista troverete anche tanti momenti di comunione con i missionari consacrati, diocesani e non, i quali ci sono stati guide sicure nelle diverse realtà in cui vivono e operano.
Sappiamo bene che quanto troverete in questo volume è solo una modesta parte di quello che i laici fanno nel mondo missionario, ci scusiamo con i tanti che non abbiamo potuto ricordare.
Siamo contenti per il lavoro fatto: è la nostra storia e intendiamo trasmetterla alle nuove generazioni che desiderano fare questa speciale esperienza in terra di missione.
A tutti grazie per avere accettato l’invito e per la collaborazione che tanti di voi ci hanno donato.

Enzo e Daniela


Agite sempre nella carità

Carissimi fratelli e sorelle dell’associazione Volontari per le Missioni,
la celebrazione del 25° anno di attività del vostro sodalizio è per me e per tutta la Chiesa di Carpi motivo di gratitudine al Signore per lo slancio autenticamente missionario che ha contraddistinto l’opera portata avanti in questi anni e che viene ben documentata in questo volume.
È importante che gli anniversari aiutino tutti gli interessati a consolidare le fondamenta ideali di una felice intuizione, poi cresciuta grazie alla passione e alla dedizione di tanti volontari. Quali sono allora le solide radici su cui voi avete costruito l’associazione e che hanno ispirato la realizzazione di tanti progetti a favore di popolazioni bisognose a sostegno dell’azione dei missionari?
Mi sembra di poter ravvisare queste fondamenta in due “verità” che Benedetto XVI indica nell’enciclica Caritas in Veritate (n.11) e che hanno idealmente illuminato il vostro agire: “la prima è che tutta la Chiesa, in tutto il suo essere e il suo agire, quando annuncia, celebra e opera nella carità, è tesa a promuovere lo sviluppo integrale dell’uomo. La seconda verità è che l’autentico sviluppo dell’uomo riguarda unitariamente la totalità della persona in ogni sua dimensione. Un tale sviluppo richiede, inoltre, una visione trascendente della persona, ha bisogno di Dio: senza di Lui lo sviluppo o viene negato o viene affidato unicamente alle mani dell’uomo. D’altronde, solo l’incontro con Dio permette di non ‘vedere nell’altro sempre soltanto l’altro’, ma di riconoscere in lui l’immagine divina, giungendo così a scoprire veramente l’altro e a maturare un amore che ‘diventa cura dell’altro e per l’altro’”.
Auguro a tutti voi che anche in futuro questi punti di riferimento siano sempre più profondamente radicati nel vostro operare.
Aggiungo una terza “verità” che vi ha contraddistinto in questi anni ed è la ricerca costante della comunione ecclesiale, sia nella Chiesa di origine che in quella destinataria dei progetti di solidarietà. Continuate ad essere sempre un ponte tra Chiese sorelle, coltivando l’amicizia con i missionari, mettendovi sempre in ascolto rispettoso dei bisogni di quel popolo e di quella Chiesa. Nel collaborare con il Centro Missionario Diocesano perseverate con sempre grande entusiasmo di fede nel sollecitare le scelte di servizio dei giovani con adeguati percorsi formativi e nell’aiutare le comunità parrocchiali, le associazioni cattoliche e la società civile ad aprirsi alle necessità dei più poveri e degli ultimi del mondo.
Affido alla protezione della Vergine Assunta in Cielo, a Colei che ci rivela il nostro futuro di gloria e di gioia piena nel cuore di Dio, tutti i volontari, gli amici e i benefattori dell’associazione Volontari per le Missioni.

+ Elio Tinti, Vescovo


Per scaricare il libro in formato PDF (circa 15 MB) cliccare qui: Ozonchè

Home Page | Info | 25° Anniversario | Corso volontari | In Bici For Africa | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu