Menu principale:

VOLMISSION


Vai ai contenuti

2002

25° Anniversario


Numero 1, Pagina 2


Numero 3, Pagina 13


Numero 3, Pagina 13


Numero 4, Pagina 13


Numero 12, Pagina 7


Numero 19, Pagina 6


Nella missione facciamo l’impianto elettrico
Settima esperienza in missione a Cotonou – Benin

Esperienza dal 07-04-2002 al 05-05-2002.

La missione consisteva nel fare l’impianto elettrico con canalina in tutta la casa.
L’impianto è stato finito prima del rientro.

Giuseppe M.

Achille e Giuseppe e la casa

Achille e Giuseppe e la casa


Sono rimasto colpito dall’entusiasmo dei Cristiani nel costruire la loro nuova Chiesa

Sono stato tre volte in missione in Benin, sempre ospitato dalle suore del sacratissimo cuore di Gesù della Sacca di Modena.
La prima volta, nel 1987 per due mesi a Klouèkanmè. Abbiamo costruito una chiesa a Tckippè che ora è diventata parrocchia. Sono stati installati pannelli solari e uno sterilizzatore per l’ acqua presso la missione.
La seconda volta nel 1992 per un mese. Ho installato un gruppo elettrogeno, rifatto parte dell’ impianto elettrico nella falegnameria di Klouèkanmè, e rifatto tutto l’ impianto elettrico sempre nella chiesa di Klouèkanmè.
La terza volta nel 2002 per un mese, a Cotonou abbiamo fatto l’impianto elettrico nella nuova casa delle suore, costruita nella periferia della capitale.
Queste bellissime esperienze non si possono dimenticare, per l’accoglienza di questa gente, per la dignità che hanno nell’affrontare le difficoltà e le malattie che sono tante, il sorriso dei tanti bambini che sempre ti vengono a salutare.
Sono rimasto particolarmente colpito dall’entusiasmo che mettono i cristiani di una nuova parrocchia per costruire dal nulla la loro Chiesa nella periferia di Cotonou.

Achille F.


Ho conosciuto un’Africa particolare, quella di una grande città

Io e Giuseppe Mazzoli, siamo conoscenti da sempre, addirittura condomini e colleghi di lavoro per anni, pertanto sono a conoscenza di tutte le sue esperienze di volontariato in missione. E’ stato lui, i primi giorni dell’ anno 2002 a propormi una esperienza di missione in Benin e, visto che ero prossimo alla pensione, la cosa mi ha entusiasmato ed ho fatto parte del trio Giuseppe, Achille, Walter in partenza per Cotonou-Benin - con il compito di eseguire l’ impianto elettrico nella nuova casa delle suore Figlie del sacro cuore di Gesù, o - Suore della sacca di Modena.
Nonostante i veterani della associazione mi abbiano fatto un corso di preparazione alla vita in missione, l’impatto con la realtà africana è stato sorprendente, anche perché suor Irma e suor Lea presenti a Cotonou per seguire i lavori per la costruzione della nuova casa, erano un po’ avanti con gli anni, perciò tante situazioni come l’allacciamento alla rete cittadina della corrente elettrica e dell’acqua potabile le abbiamo seguite in buona parte noi, anche se coadiuvati da una suora novizia africana, suor Emilien.
Ho conosciuto un’Africa particolare, quella della grande città, molto caotica con tanta gente che vaga alla ricerca dei lavori più disparati per avere un sostentamento per sopravvivere, e quelli che se la trattano da gran signori, ….come qua da noi.
A spiegarmi la realtà più cruda di questo paese ci hanno poi pensato le suore e i miei colleghi, ricchi delle loro precedenti esperienze.
Mi ha colpito, e ne sono rimasto entusiasta, vedere la partecipazione delle tantissime persone nei loro costumi tradizionali con svariati colori, alla messa domenicale, della durata di circa tre ore con bellissimi canti e balli.

Walter G.


Numero 20, Pagina 11


Numero 20, Pagina 11


Numero 28, Pagina 6


Numero 43, Pagina 8


Numero 46, Pagina 17

Home Page | Info | 25° Anniversario | Corso volontari | In Bici For Africa | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu